Scambio semi a Sant’Antonio di Gallura SABATO 5 MARZO 2022

La Rete dei semi della Sardegna è lieta di invitarvi a partecipare SABATO 5 MARZO alla Fiera in maschera a Sant’Antonio di Gallura, organizzata dal gruppo Ecosardi Gallura.

Saremo presenti con semi liberi e autoprodotti da scambiare o regalare a chiunque sia interessato a coltivarli secondo natura per arricchire la biodiversità del suo orto e della nostra terra.

Per maggiori informazioni è possibile contattare Francesca al 3 2 9 9 6 2 5 0 9 9

RETE MONTIFERRU-PLANARGIA: 3° assemblea itinerante @ Su Mesucchiu – Tresnuraghes

La Rete dei semi della Sardegna riceve e condivide l’invito
della Rete Montiferru-Planargia e di Fogu Fuidu alla
3°ASSEMBLEA POPOLARE ITINERANTE
21 SETTEMBRE 2021 ORE 18 @ Località Su Mesucchiu – Tresnuraghes
Sono passati ormai quasi due mesi dai giorni del Grande incendio del Montiferru: è tempo di tirare le somme del primo importante capitolo che si sta per chiudere.

Volontarə puliscono l’alveo del Riu Mannu dalle canne bruciate

L’equinozio in luna piena rappresenta l’inevitabile passaggio verso il periodo autunnale e dunque l’arrivo delle piogge. Crediamo che sia giusto e bello incontrarci, per condividere le potenzialità dell’aiuto ricevuto dai gruppi di volontarə, ma anche per far fronte alle nuove esigenze per il capitolo autunno-invernale, legato al rischio idrogeologico e a cui saranno esposte aree molto grandi.

Ci piacerebbe una partecipazione sentita anche da parte di altre realtà, loro malgrado protagoniste di questa triste vicenda, così da fare rete e poter organizzare nel miglior modo possibile gli interventi futuri.

 

L’assemblea, la terza in ordine di tempo di una serie inaugurata a Bosa l’11 Agosto, si terrà nel territorio di Tresnuraghes, lungo le sponde del fiume Riu Mannu.
Sarà
ospitata dall‘azienda agricola Fassi-Cocco, rinominata per facilità conoscitiva Fogu Fuidu, termine con cui prima, nei paesi, si chiamava il rintocco delle campane che in caso di fuoco chiamavano a raccolta tuttǝ le cittadinǝ che, in autonomia, si recavano a spegnere con ogni mezzo il fuoco scappato.
La giornata avrà inizio con una chiamata al lavoro per le ore 14.00.
L’assemblea  invece è prevista alle 18.00, al termine della quale potremo condividere le vivande portate da ognunǝ. 
Ricorda di portare il tuo corredo (piatto-bicchiere-forchetta) e ciò che preferisci mangiare e bere. Se le sedute non basteranno ci sarà la terra: se vuoi porta con te teli o cuscini! 
N.B. In funzione di una ripresa biodinamica, ci stiamo organizzando per seminare piante spontanee e da sovescio autunnale. Per questo scopo vi invitiamo, se ne avete piacere, a portare con voi semi di erbe spontanee, come asteraceae [es.tarassaco, calendula, camomilla, etc.], crucifere [colza, senape, selvatiche, etc.], leguminose [es.trifoglio, erba medica, lupino, etc.], borragine, ortiche e/o una piantina di lavanda, timo, rosmarino, mirto, corbezzolo, achillea, ginestra, santoreggia… così da ricreare il prima possibile un ambiente vivibile per i pochi impollinatori e artropodi rimasti.
Chi vorrà trattenersi potrà rivivere a lume di candela la suggestione della luna piena ad illuminare una terra martoriata, ma che, seguendo i suoi naturali ritmi di ripresa, è pronta ad accogliere nuova vita e nuove idee. 
Appuntamento h 18.00 presso Località Su Mesucchiu – Tresnuraghes
Parcheggio: poco prima dell’arrivo, seguire il cartello sulla sinistra  “Casa di Mari”; parcheggiare, in maniera ordinata, nel prato dove son sistemati i balloni di fieno e un escavatore; proseguire a piedi seguendo la strada di asfalto per circa 150mt sino al fiume, seguire poi i cartelli “assemblea”, oltrepassare il ponte di cemento e proseguire dritto e poi a destra, 50t e sarete arrivatǝ.
Se invece sei interessatǝ a partecipare alla chiamata per i lavori  saremo lì dalle 14.00
per info scrivi a fogufuidu@gmail.com

Lavori di pulizia

P.S. Se avete piacere a contribuire alla rinascita dell’az.agricola Cocco-Fassi
potete effettuare delle libere donazioni a questo link
BLOG della Rete Montiferru-Planargia: https://retemontiferru.wordpress.com/blog/

Fogu Fuidu… rinascere dopo il grande incendio

A partire dall’indomani del grande incendio del Montiferru, si sta tentando di costruire un percorso sperimentale, collettivo e condiviso, di gestione, tutela e custodia del territorio dal basso. Fin dal principio, sono apparsi molteplici i fronti su cui agire e, tra questi, abbiamo deciso di dare priorità a analisi e azione per la riduzione del rischio idrogeologico, ed alla formazione ed al coordinamento del volontariato.

Tra le realtà territoriali che finora hanno aderito a questo nascente percorso, vi è anche un’azienda agricola a conduzione familiare di Tresnuraghes, che ha visto andare in fumo in poche ore il bosco che la circondava e buona parte delle pertinenze dell’azienda.

Nonostante le molte difficoltà, la solidarietà nelle sue varie forme ci regala speranza nelle relazioni umane, fornendo aiuto e supporto agli ecosistemi devastati dall’incendio e creando le condizioni per una utile connessione di energie ed intenti.

Riceviamo e divulghiamo la raccolta fondi di Fogu Fuidu, invitandovi a leggerne i dettagli e, se vi va, a partecipare con un contributo economico, o unendovi ai gruppi che si alternano per portare aiuto fisico negli urgenti lavori post-incendio.
Capiamo che, dopo più di un mese dall’incendio, sia difficile considerarla un’emergenza o un problema attuale ed urgente: ma, di fatto, la necessità di aiuto è la stessa del 25 luglio.

Raccolta fondi: https://buonacausa.org/cause/fuocomontiferrusardegna

“Care amiche ed amici!
Molti di voi sono al corrente della situazione di grande dolore in cui versiamo dopo il passaggio del 🔥Fuoco del Montiferru nelle nostre campagne a Tresnuraghes: abbiamo perso la nostra famiglia adottiva, quella degli accoglienti boschi secolari che potevamo ammirare sino al 24 luglio 2021.
Noi ci siamo salvati per miracolo, ma abbiamo perso tutti gli ecosistemi che animavano la bella collina ed il suo fondo valle; le nostre produzioni di formaggio, grano cappelli, farina, salumi, frutta, miele; le nostre api; parte delle pecore.. abbiamo perso la stalla ed il laboratorio caseario con tutte le attrezzature!
Ma non ci siamo persi d ‘animo! Con tanti amici volontari stiamo lavorando alla bonifica!
I prossimi mesi anni richiederanno un ingente investimento di energie fisiche ed economiche per mettere in sicurezza la terra arsa.., da soli non possiamo farcela!
Sono andati perduti 40 anni di lavoro e risparmi! Abbiamo bisogno del tuo aiuto, qualsiasi esso sia! Ogni donazione avrà un grande peso per la nostra rinascita!

Partecipa alla campagna di raccolta fondi, basta poco🌱🌱!
Con la volontà possiamo fare grandi cose! Aiutaci a condividere la raccolta!
Grazie di cuore a tutt*🌈 e se vorrai venire a trovarci sei la/il benvenut*
Un caro saluto, Lucia Cocco Fassi e famiglia”

Rete Montiferru: incontro 11 settembre @ Santu Lussurgiu

RETE MONTIFERRU
primo incontro dei nascenti tavoli di lavoro
SABATO 11 SETTEMBRE dalle 10 alle 18 @ La bocca del vulcano, Santu Lussurgiu
TAVOLI DI LAVORO
* riduzione del rischio idrogeologico
* formazione e coordinamento volontariə
Questi tavoli di lavoro sono stati proposti in sintesi, insieme ad altri, durante l’assemblea popolare di Bosa dell’11 agosto. Al netto dell’urgenza di portare all’attenzione di tuttə la gravità e imminente pericolosità della situazione idrogeologica (del territorio di Santu Lussurgiu prima di tutto, e poi degli altri comuni colpiti dall’incendio), ci è sembrato prioritario attivarci per rendere possibile un primo incontro per il “gruppo idrogeologico”, ed approfittare dell’occasione per riunire anche le persone disponibili a partecipare al coordinamento volontariə, e provar così a dare concreto avvio anche a questo utile strumento.
TAVOLO DI LAVORO IDROGEOLOGICO
Il gruppo di studio su questo tema si è già parzialmente creato: ha iniziato ad elaborare dei materiali da condividere, sta intessendo collaborazioni sul territorio ed è alla ricerca di altrə volenterosə partecipanti.
Per il tavolo dell’11 settembre, l’idea è dividersi in sottogruppi, per sviluppare due linee principali e concordare insieme contenuti e obiettivi, modalità e disponibilità.
Sottogruppo 1 APPROCCIO TECNICO
redazione di un documento sia tecnico che divulgativo, che possa servire per fare pressione istituzionale su comuni, funzionari ed enti a ogni titolo coinvolti, ma anche per diffondere ovunque la consapevolezza dell’urgenza di interventi sia statali che popolari; questo documento potrà avere due versioni: una prettamente tecnica per consegnarla alle istituzioni suddette, e l’altra più narrativo/divulgativa che possa essere diffusa tramite quanti più canali possibili e che possa dare strumenti a chiunque per capire la situazione e trarne le proprie personali considerazioni ed eventuali azioni. 
Referenti:G,E,C; ogni partecipazione attiva al coordinamento del gruppo è utile e gradita.
Sottogruppo 2 APPROCCIO PRATICO
redazione dei piani di manutenzione per i prossimi due mesi per Baumela – Santu Lussurgiu e per Fogu Fuidu – Tresnuraghes (le realtà che per ora si sono unite a questo percorso), che possano servire come calendario operativo per il nascente coordinamento volontar* e allo stesso tempo come esempio da portare sia alle amministrazioni che ai privati. 
Nello specifico, abbiamo pensato a piccoli sottogruppi che, ognuno con il coordinamento del referente della specifica realtà, elaborino dei piani di manutenzione, con un calendario preciso delle attività e la loro descrizione.
Referenti dei tavoli: A. per Baumela e L. per Fogu Fuidu. 
Ovviamente anche in questo caso ogni partecipazione attiva al gruppo è gradita e anche necessaria.
TAVOLO DI LAVORO FORMAZIONE E COORDINAMENTO VOLONTARIə
Al netto dell’urgenza di interventi che possano arginare il pericolo idrogeologico, sarebbe molto utile che si costituisse un gruppo che possa occuparsi del coordinamento volontariə, per il quale è necessario uno “zoccolo duro” di almeno 3 o 4 persone che possano gestirne gli aspetti digitali
Al momento esistono già dei piccoli gruppi auto-organizzati che orbitano intorno ad alcune delle realtà colpite, e speriamo possano essere esempio e stimolo per la creazione di questo coordinamento. Siete tuttə invitatə a partecipare attivamente alla creazione del gruppo.
Il lavoro del gruppo potrebbe articolarsi così (per ora sono solo proposte):
– raccolta dati delle realtà che hanno bisogno di aiuto (descrizione e contatti, danni subiti, volontar* richiesti, calendario attività)
– coordinamento delle realtà disposte a fornire autoformazione in loco (es.Baumela,FoguFuidu, etc.)
– collaborazione con associazioni, onlus, odv e protezione civile per fornire formazione “istituzionale”
– creazione di canali di comunicazione per il coordinamento dei volontariə (es. mailing list generale, blog aggiornato con informazioni sulle realtà disposte ad accogliere volontariə e loro calendari dei lavori, chat di ogni singola realtà che auto-coordina i propri volontar*).
Referenti: per ora non ci sono, fatevi avanti 🙂

Ai gruppi sarebbe utile partecipassero tecnic* delle più svariate aree di riferimento (es. idrogeologico, ingegneria idraulica e forestale, governo delle acque, urbanistica, botanica, chimica, etc; scienze sociali e politiche, amministrative, giuridiche, burocratiche ed economiche,etc.), ma anche semplicemente persone interessate agli argomenti, che abbiano eventuali competenze trasversali e che possano contribuire nei modi più disparati: dalla facilitazione dell’incontro, alla formazione operativa per gli interventi, la rielaborazione divulgativa delle elaborazioni tecniche, la gestione degli strumenti digitali, etc.


I posti disponibili sono limitati, quindi ti chiediamo cortesemente di confermare la partecipazione scrivendo una mail a retemontiferru@autistici.org specificando a quale dei tavoli intendi prendere parte, e, se lo gradisci, anche quali sono le tue specifiche competenze.
Conoscenze e competenze tecniche sono sicuramente utili e gradite, ma non necessarie. Necessario invece un sincero interessamento alle tematiche trattate, e la volontà di impegnarsi, nel rispetto delle possibilità di ognunə, nella costruzione di un percorso condiviso.
——————————————————————————————————————–
Per ora rivolgiamo un grande grazie a tutte le persone che si stanno impegnando per tentare questo esperimento di gestione, tutela e custodia del territorio dal basso, che sta prendendo forma a partire dall’emergenza causata dagli incendi del Montiferru.

Partecipazione, autonomia ed autogestione sono gradite.

Ci vediamo sabato 11 settembre a La Bocca del Vulcano (Santu Lussurgiu)!
Per pranzo non dimenticare di portare con te vivande e bevande da condividere, e il consueto piatto-posata-bicchiere.

 

SOS dae su Montiferru

Riflessioni, proposte e possibilità della Rete dei semi della Sardegna a seguito dell’assemblea di Bosa dell’11 agosto 2021

L’incontro di Bosa – una assemblea popolare sulle prospettive “post-incendio” – è stato molto partecipato nonostante l’esiguo preavviso ed i tempi stretti in cui lo abbiamo organizzato, spintə dall’urgenza di avviare un dialogo sulle tematiche emerse nei primi giorni dopo il grande incendio del Montiferru. 
Questo tragico evento, per la vastità della sua portata, ci sprona a riprendere in mano, con serietà ed impegno, studi e proposte per la prevenzione antincendio, cogliendo l’entusiasmo solidale che ha corredato queste settimane come stimolo per creare dei gruppi di studio, coordinamento ed azione.
Al netto delle nozioni tecniche e delle posizioni emerse durante l’assemblea, la Rete/Casa dei semi della Sardegna propone una sintesi operativa delle proposte emerse e ne illustra, dal proprio punto di vista, la possibile composizione, i punti di forza e le criticità. 
E invita tuttə voi ad esprimere la propria opinione e a partecipare attivamente alla costruzione di questo percorso.
Nel nostro auspicio, già dalla convocazione dell’assemblea, vi era la nascita di uno o più gruppi di studio per analizzare le materie in questione, con anche l‘invito alla collaborazione di persone esperte e tecniche, elaborando delle linee-guida per le azioni di riduzione del rischio idrogeologico e  future prospettive di rimboschimento.
Questi due gruppi, in maniera molto informale, stanno iniziando a prendere forma e, a seguito di questo comunicato, vi forniremo maggiori informazioni su come prendervi parte.

Durante l’assemblea sono emerse anche altre interessanti proposte che, per essere sviluppate, hanno bisogno di autonoma partecipazione e della costituzione di nuovi gruppi che possano collaborare ed interagire con i gruppi già esistenti ed attivi.

Tra queste: attivare uno sportello burocratico che possa accompagnare e agevolare questo percorso; creare un gruppo autogestito che dia strumenti di comunicazione, coordinamento e formazione per i gruppi di volontar*/manodopera; costituire un variegato gruppo che possa coadiuvare gli altri per rendere più facilmente fruibili i contenuti elaborati, anche tramite illustrazioni grafiche, artistiche, narrative, etc.

Dall’analisi delle varie proposte nasce la volontà di dare vita a diversi sottogruppi che ne sviluppino le tematiche, nello specifico:
Gruppo di studio sulla riduzione del rischio idrogeologico
Obiettivo: elaborare un documento tecnico divulgativo su rischi idrogeologici imminenti; elaborare lineeguida per piani di manutenzione idraulico-forestali di prevenzione e di emergenza;
Gruppo di studio sulle prospettive di riforestazione
Obiettivo: elaborare lineeguida sulle pratiche forestali consigliabili;
Gruppo di coordinamento volontariato/manodopera/formazione
Obiettivo: elaborazione lista di aiuti/volontariato necessario, formazione volontari, coordinamento operativo
– Gruppo narrazione/divulgazione
Obiettivo: rendere fruibili e di facile lettura le elaborazioni tecnico/burocratiche che emergeranno dai gruppi di studio
Gruppo di aiuto burocratico/normativo
Obiettivo: analisi di normative e procedure; costituzione di uno sportello (chiedere collaborazione ad altre associazioni affini)
Gruppo di dialogo e pressione sulle istituzioni (sarebbe meglio se questo gruppo potesse avere una “organizzazione formale” – es. associazione – per poter dialogare “alla pari”).

È ovviamente necessaria la massima partecipazione attiva ed autonoma ai gruppi per fare in modo che questi possano svilupparsi, funzionare ed evolversi.

La Rete/Casa dei semi della Sardegna ha volontà, energie e capacità per provare a coordinare i due gruppi di studio (idrogeologico e forestale) ma non per gli altri, quindi invitiamo chiunque di voi a prendere parte a questo esperimento di gestione, tutela e custodia del territorio, dal basso.

Per prendere parte attiva a questo percorso potete prendere contatti con casadeisemi@autistici.org per capire insieme in che modo sarà possibile collaborare.

Per fornire un primo strumento di comunicazione per questo percorso, abbiamo creato una mailing list apposita retemontiferru@autistici.org alla quale potete iscrivervi e comunicare con le altre persone che hanno finora manifestato disponibilità a partecipare.

Chi vuole, può iscriversi alla mailing list retemontiferru@autistici.org tramite questa pagina https://www.autistici.org/mailman/listinfo/retemontiferru

Sentitevi liberə di partecipare, contribuire e proporre attivamente discussioni ed attività: è quello che serve per provare a dare la possibilità a questo piccolo germoglio di continuare a crescere!

La Rete dei semi sta progettando una sezione sul sito in cui ospitare pareri, opinioni, proposte, tecniche, etc. Chiunque abbia contributi utili e voglia renderli disponibili può scrivere a casadeisemi@autistici.org per proporne la pubblicazione o la condivisione.

La Rete dei semi si rende inoltre disponibile ad organizzare una giornata di autoformazione sull’utilizzo degli strumenti di comunicazione che noi già usiamo: mailing list, newsletter, blog, spazio di archiviazione condiviso.

Vi invitiamo a prendere parte attiva a questo percorso e a seguirne gli aggiornamenti, sperando di rincontrarvi presto per una nuova partecipata assemblea nel Montiferru.

La Rete dei Semi si incontra a Bosa, mercoledì 11 agosto 2021: scambio semi e assemblea popolare

L’associazione “Il Sesto Continente” organizza già da qualche anno una rassegna estiva davanti alle antiche Concerie della pelle a Bosa.

Quest’anno, tra le varie iniziative, MERCOLEDÌ 11 AGOSTO è prevista un serata di incontro e dialogo sulla biodiversità, e la Rete dei semi della Sardegna è stata invitata a partecipare al ritrovo, oltre che con lo scambio semi e una esposizione di pomodori biodiversi, anche con proposte di contenuto.

Inizialmente, avremmo voluto approfittare dell’occasione per dare avvio a una sorta di assemblea permanente sulle sementi in Sardegna ma, vista la grave emergenza scatenata dagli incendi nel Montiferru, abbiamo pensato fosse più sensato ragionare su dei contenuti che possano contribuire al dibattito su come reagire a questo doloroso avvenimento.

Come Rete dei Semi della Sardegna stiamo già studiando e discutendo in proposito, ed abbiamo pensato di proporre un incontro pubblico e popolare sulla tematica delle PROSPETTIVE PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO E PER LA RIFORESTAZIONE (es.analisi su campo, studio e e ricerca, progettualità, analisi di normative e vincoli sulla riforestazione, analisi delle ipotetiche prospettive speculative sulle aree bruciate, proposte concrete per una riforma della prevenzione anti-incendio).

Perchè gli incontri possano essere interessanti ed utili è necessaria la partecipazione di tutte le persone che hanno conoscenze e/o competenze e/o volontà da mettere a disposizione del dialogo e della costruzione di proposte e progetti.
Siamo tutt* invitat* a esserci!

È FONDAMENTALE CONFERMARE LA PROPRIA PARTECIPAZIONE ALL’INCONTRO INVIANDO UNA MAIL A casadeisemi@autistici.org : I POSTI DISPONIBILI SONO LIMITATI!

 

p.s. a margine dell’incontro si svolgerà un laboratorio creativo per bambine e bambini: per info Anita 3451254539

p.p.s non dimenticate di portare anche i vostri semi da scambiare!

Scambio semi nella piazza di Domusnovas Canales – 2018

PROGRAMMA “IL SESTO CONTINENTE”
MERCOLEDÌ 11 AGOSTO 2021 – DALLE 18
Lungo Temo Emilio Scherer, 53 @ BOSA

Dalle h17.30 SCAMBIO SEMI + ESPOSIZIONE POMODORI BIODIVERSI

Dalle h18.30 ASSEMBLEA POPOLARE: prospettive per la riduzione del rischio idrogeologico e per la riforestazione nei territori colpiti dall’incendio.

INFO: casadeisemi@autistici.org


Il Sesto Continente è un’associazione che ha tra i suoi scopi l’incontro tra le varie culture dei popoli abitanti nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, con una particolare attenzione alla Sardegna come isola in grado di porsi al centro di questo dialogo.
In quest’ottica, ogni anno organizza a Bosa una rassegna con letture, concerti dal vivo, proiezione di documentari, danza e varie attività laboratoriali.

Il logo dell’associazione: 24 muggini che rappresentano i 24 paesi che toccano il sesto continente, il Mediterraneo.

Recaptació de fons per a emergències – Incendi 24 de juliol de 2021 – Baumela Ecovillaggio

ITALIANO | ENGLISH | ESPAÑOL | CATALÀFRANCÉS | DEUTSCH

La nit del 24 de juliol a Sardenya es va produir un incendi en la zona de Montiferru, província de Oristano. La calor i el fort vent van contribuir a la propagació de les flames que, abans de poder extingir-se, van reduir a cendres 20 000 hectàrees de terreny, entre boscos centenaris, olivars, granges i cases. El foc no va perdonar al bestiar ni a la fauna.
Fins avui, no és possible calcular el mal al teixit productiu local, que posa de genolls a pobles sencers, ni la pèrdua que tots hem sofert en matèria de patrimoni ambiental.Qualsevol persona interessada a ajudar a les comunitats afectades pot realitzar una donació

Ajudem a la comunitat de Baumela després de l’incendi!


“La Xarxa Llavors (Rete dei Semi della Sardegna) s’està movent per a garantir l’ajuda a la comunitat de l’eco-llogaret Baumela, amb la qual col·labora des de fa anys en xarxes d’ajuda mútua i amistat. Baumela ha estat colpejada per l’incendi, que va començar just en la carretera que va de Santu Lussurgiu a Bonarcado.Estem pensant en futures accions de reforestació i de reducció dels riscos hidrogeològics, i en els pròxims dies donarem més informació perquè qui ho desitgi es pugui sumar a la campanya d’anàlisi, estudi i disseny que estem planejant, amb la col·laboració del major nombre de persones possible.

Però mentrestant, l’emergència encara no ha acabat, al contrari: es comencen a comptabilitzar els enorme danys, i convé treballar perquè els que estan en dificultat tinguin la liquiditat urgent necessària per a afrontar despeses.

Per tant, hem decidit llançar una campanya de recaptació de fons per a ajudar a l’eco-llogaret Baumela en aquesta emergència “.

Enllaç a la recaptació de fons en buonacausa.org

Qui ho prefereixi, pot en qualsevol moment realitzar pagaments directes a les següents referències:

– Compte corrent postal (també via web)
Associazione ONLUS Bau Mela – Banc Posta Impresa 1009269

– Transferència bancària
IBAN: IBAN IT58P0760104800000001009269
Beneficiari: Associació Baumela ONLUS

Gràcies, qualsevol ajuda és benvinguda!

——————————————————————————————————————–
En el centre de Sardenya, en una vasta zona de boscos, es troba Baumela: un eco-llogaret on la propietat, la gestió i la visió són comunes (també acullen voluntaris). Les activitats abasten des d’agricultura sense impacte, gestió naturalista de boscos i embassaments, energies renovables, ramaderia en àrees marginals, estudi i millora de tècniques antigues i modernes, esdeveniments culturals sobre temes ambientals i agricultura pagesa.

Waldbrandnotfall in Sardinien 24 Juli 2021 – Baumela Ecovillaggio

ITALIANO | ENGLISH | ESPAÑOL | CATALÀ | FRANCÉS | DEUTSCH

Waldbrandnotfall in Sardinien 24 Juli 2021 – Baumela Ecovillaggio

In diesen langen Stunden werden von Montiferru bis Oristano, alle menschlichen Kräfte und Wasserressourcen eingesetzt, um die noch aktiven Brände zu bändigen und den vielen Menschen und Tieren, die von den Bränden betroffen sind, Hilfe zu leisten.
Wir drücken den betroffenen Gemeinschaften unsere Verbundenheit und volle Solidarität aus. Jede mögliche Hilfe ist notwendig und wertvoll, um Schwierigkeiten und Kosten der aktuellen Notsituationen zu bewältigen.

Insbesondere arbeitet das “Rete dei Semi” daran, die Gemeinschaft des eco-Dorfes Baumela zu unterstützen, mit dem es seit Jahren in Freundschaft und Austausch zusammen arbeitet. Baumela wurde sehr stark von dem Brand getroffen, der sich zwischen Santu Lussurgiu und Bonarcado ausbreitete.

Wir denken schon jetzt über mögliche zukünftige Aufforstungsmassnahmen und hydrogeologische risikominderung  nach und in den nächsten Tagen werden wir Ihnen mehr Informationen zur Verfügung stellen, damit Sie sich an der Studien- und Planungskampagne beteiligen können, die wir mit so vielen Leuten wie möglich durchführen wollen.

Aber in der Zwischenzeit ist die Notlage noch nicht vorbei: Die enormen Schäden beginnen sich zu summieren. Es ist sinnvoll, dafür zu sorgen, dass diejenigen, die in Not geraten sind, die dringend benötigte Liquidität erhalten. (z.B. Tierärzte, Ausrüstung etc.)

Deshalb haben wir beschlossen, uns für eine Spendenaktion zur Verfügung zu stellen und dem Eco-Dorf Baumela in dieser Notlage zu helfen.

Hier können Sie über die Plattform buonacausa.org Spenden senden und helfen:
https://buonacausa.org/cause/baumelaemergenzaincendio

Sie können auch direkte Einzahlungen an die folgenden Referenzen vornehmen:
Bulletin (auch online) über Postscheckkonto:
Associazione ONLUS Bau Mela – Banco Posta Impresa c.c. n.1009269

Banküberweisung:
IBAN: IBAN IT58P0 760 104 800 000 001 009 269
Begünstigter: Associazione Baumela ONLUS


Im Zentrum Sardiniens, in einem weitläufigen Berggebiet, gibt es Baumela: ein Eco-Dorf, in dem Eigentum, Verwaltung und Vision gemeinschaftlich und auch freiwillig sind. Ihre Bemühungen und Aktionen reichen von ökologischer Landwirtschaft, der naturnahen Gestaltung von Wäldern, erneuerbaren Energien, der Tierzucht in Randgebieten, dem Studium und der Aufwertung des alten und modernen Wissen, Kulturveranstaltungen zu Umweltthemen und der Landwirtschaft auf dem Land.

Fundraiser for fire emergency July 24, 2021 – Baumela Ecovillage

ITALIANO | ENGLISH | ESPAÑOL | CATALÀFRANCÉS | DEUTSCH

During the night of the 24th of July, a fire broke out in Sardinia in the Montiferru area, situated in the Oristano region.
The heat and the strong wind contributed to the spread of the flames which, before they could be tamed, reduced 20,000 hectares of land to ashes, including ancient forests, olive groves, farms and houses. The fire did not spare livestock and wildlife.
As of today, it’s not possible to estimate the damage inflicted to the local economy, which brings down entire towns and villages to their knees, nor it’s possible to calculate the grave environmental damage and heritage loss.
Helping Baumela’s community after the fire
“The Seed Network”(La Rete dei Semi) is on the move to offer help to Baumela’s eco-village community, with whom it has been collaborating for years within networks of mutual aid and friendship.

Baumela has been hit very hard by the fire, which started right on the road that leads from Santu Lussurgiu to Bonarcado, where the ecovillage is located.

We are already thinking about future reforestation/reduction of hydrogeological risks projects and in the next few days we will provide you with more information about joining the study and design campaign that we plan to carry out, with the collaboration of as many people as possible.

But, in the meantime the emergency is not yet over, on the contrary: we are beginning to count the enormous damage, so we will need direct finanancial aid to assist the Baumela’s communitiy with paying for urgent necessities like veterinarian’s bills, equipment etc.
We have therefore decided to launch a fundraiser and help the eco-village Baumela in this time of need.”
Please visit the following website if you want to contribute:
Alternatively you can make direct donations at the following bank account:
Associazione Baumela onlus
IT58P0760104800000001009269

Together we can help Sardinia rise from the ashes!

——————————————————————————————————————–

In central Sardinia, in a vast mountainous area, there is Baumela: an eco-village where ownership, management and vision are communal (also hosting volunteers).
Activities ranges from non-impacting agriculture, naturalistic arrangement of woods and reservoirs, renewable energy
, animal husbandry in marginal areas, study and enhancement of ancient and modern knowledge, cultural events on environmental issues and peasant agriculture.

Recaudación de fondos para emergencias – Incendio 24 de julio de 2021 – Baumela Ecovillaggio

ITALIANO | ENGLISH | ESPAÑOL | CATALÀFRANCÉS | DEUTSCH

La noche del 24 de julio en Cerdeña se produjo un incendio en la zona de Montiferru, provincia de Oristano. El calor y el fuerte viento contribuyeron a la propagación de las llamas que, antes de poder extinguirse, redujeron a cenizas 20 000 hectáreas de terreno, entre bosques centenarios, olivares, granjas y casas. El fuego no perdonó al ganado ni a la fauna.
Hasta la fecha, no es posible calcular el daño al tejido productivo local, que pone de rodillas a pueblos enteros, ni la pérdida que todos hemos sufrido en materia de patrimonio ambiental.

Cualquier persona interesada en ayudar a las comunidades afectadas puede realizar una donación

Ayudemos a la comunidad de Baumela después del incendio!

“La Red Semillas (Rete dei Semi della Sardegna) se está moviendo para garantizar la ayuda a la comunidad de la eco-aldea Baumela, con la que colabora desde hace años en redes de ayuda mutua y amistad. Baumela ha sido golpeada por el incendio, que empezó justo en la carretera que va de Santu Lussurgiu a Bonarcado.

Estamos pensando en futuras acciones de reforestación y de reducción de los riesgos hidrogeológicos, y en los próximos días daremos más información para que quien lo desee se pueda sumar a la campaña de análisis, estudio y diseño que estamos planeando, con la colaboración del mayor número de personas posible.

Pero mientras tanto, la emergencia aún no ha terminado, al contrario: se empiezan a contabilizar los enorme daños, y conviene trabajar para que los que están en dificultad tengan la liquidez urgente necesaria para afrontar gastos.

Por lo tanto, hemos decidido lanzar una campaña de recaudación de fondos para ayudar a la eco-aldea Baumela en esta emergencia “.

Enlace a la recaudación de fondos en buonacausa.org

Quien lo prefiera, puede en cualquier momento realizar pagos directos a las siguientes referencias:

– Cuenta corriente postal (también vía web)
Associazione ONLUS Bau Mela – Banco Posta Impresa 1009269

– Transferencia bancaria
IBAN: IBAN IT58P0760104800000001009269
Beneficiario: Asociación Baumela ONLUS

Gracias, cualquier ayuda es bienvenida!


En el centro de Cerdeña, en una vasta zona de bosques, se encuentra Baumela: una eco-aldea donde la propiedad, la gestión y la visión son comunes (también acogen voluntarios). Las actividades abarcan desde agricultura sin impacto, gestión naturalista de bosques y embalses, energías renovables, ganadería en áreas marginales, estudio y mejora de técnicas antiguas y modernas, eventos culturales sobre temas ambientales y agricultura campesina.